Barzellette :)

Le barzellette sulle donne 👩 svelano (o almeno ci provano) il misterioso mondo femminile con ironia e toccando, a volte, anche argomenti tabù.
Barzelletta su due amiche

Una donna chiama un’amica: - “Mio marito s’è incazzato e ha detto che sarebbe andato a prostitute, non è che per caso è da te?”

Cosa puoi dire a una donna che ha due occhi neri? Niente. Glielo ha già ripetuto due volte il marito.

Sai qual è la differenza tra amante, fidanzata e moglie? Dopo l’orgasmo la prima ti dice: - “Sei grande.” La seconda: - “Ti amo.” La terza: - “Beige… il soffitto lo farei beige…”

La mia ragazza non mi parla, perché a quanto pare le ho rovinato il compleanno. Non so come sia possibile, non sapevo neanche che fosse il suo compleanno.

Perché Dio ha dato il pisello agli uomini? Così hanno almeno un modo per zittire le donne.

La mia ragazza mi ha chiesto se mi soddisfa a letto. - “Sì, mi piace quella cosa che fai con la bocca.” - “Quale cosa?” - “Quella in cui la tieni chiusa e vai a dormire.”

Qualcuno mi ha rubato le carte di credito, ma non ho intenzione di denunciarlo. Tanto spende meno di mia moglie.

Esistono quattro tipi di donne: * le puttane: che la danno a tutti, ma proprio a tutti; * le suore: che non la danno a nessuno, ma proprio a nessuno; * le rompi palle: che la danno a te, ma soltanto a te; * le stronze: che la danno a tutti, tranne che a te.

Lui sbaglia. Lei si arrabbia. Lui chiede scusa.
Lei sbaglia. Lui si arrabbia. Lei si arrabbia perché lui si è arrabbiato. Lui chiede scusa.

La mia ragazza mi manca. Fin'ora ho schivato un intero servizio di piatti, cinque bicchieri e tre tazzine.

Un uomo e una donna fanno un incidente. Nessuno dei due è ferito, ma le automobili sono distrutte. Riescono a strisciare fuori dalle loro macchine e la donna fa all’uomo: - “Non posso crederci, tu sei un uomo, io una donna e ora guarda le nostre macchine. Sono completamente distrutte eppure noi siamo illesi. Questo è un segno divino. Il Signore voleva che ci incontrassimo, che diventassimo amici e che vivessimo insieme in pace per il resto dei nostri giorni.” - “Sono d’accordo, deve essere un segno del cielo.” - “E guarda quest’altro miracolo. La mia macchina è in pezzi, ma la mia bottiglia di vino non si è rotta. Di certo Dio voleva che noi bevessimo questo vino per celebrare il nostro fortunato incontro.” La donna gli passa la bottiglia, lui la apre, se ne beve praticamente metà e la ripassa a lei, ma la donna richiude la bottiglia e gliela ridà. - “Tu non bevi?” gli chiede allora lui. - “No, io aspetto che arrivi la polizia.”

Due amiche si incontrano: - “Da dove vieni?” - “Dall’istituto di bellezza.” - “Trovato chiuso?”

Mia adorata Ginevra, ti amo più di quanto le parole possano esprimere. Per te scalerei le vette più alte del mondo, attraverserei i deserti più desolati e le Ande più fredde del Polo Nord.
Ti amo.
P.S.: Vengo a trovarti domenica, se non piove.

Una donna va in chiesa a confessarsi: - “Padre, sono molto volatile.” - “Volubile, figliola, si dice volubile. Ma cosa avrai mai fatto di così grave?” - “Ero a casa ad aspettare l’idraulico. Quando è arrivato eravamo solo io e lui… Sono tanto volatile.” - “Volubile, figliola si dice volubile.” - “C’è dell’altro, ero in palestra, era tardi ed ero rimasta sola con l’istruttore. Oh padre, sono tanto vol… come si dice padre?” - “Troia, figliola, si dice troia.”

- “Nonna, nonna, posso giocare con le tue tette?” - “Va bene tesoro, ma non uscire dal giardino.”

Un ragazzo scrive ad una ragazza conosciuta on-line. - “E come ti riconosco?” - “Sono alta 1,65 e peso 50 chili. E io come faccio a riconoscerti?” - “Sono quello col metro e la bilancia.”

- “Amore, ho deciso di iscrivermi a zumba.” - “E cos’è?” - “Fai movimento a ritmo di musica.” - “Ma allora non puoi pulire casa con la radio accesa?”

Una signora va dal chiromante: - “Voglio conoscere il futuro!” - “Di quale verbo, signora?”

Due amiche incontrano una ragazza e le dicono: - “Giuliaaaaa! Ma quanti cambiamenti.” - “Già. Prima avevi i capelli lunghi e adesso sono corti.” - “Sì, prima non portavi gli occhiali e adesso sì.” - “Sì, prima eri bruna e adesso sei bionda.” - “Sì, prima eri grassa e adesso sei magra.” - “Sì, prima eri alta adesso sei bassa.” - “Ma io non sono Giulia!” - “Wooooooow! Hai cambiato anche nome!?”

In una sala da ballo, tutti si divertono eccetto l’unica signorina che non è ancora stata invitata da nessuno. Ad un tratto le si avvicina un bellissimo ragazzo: - “Scusi signorina, lei balla?” - “Certamente!” risponde alzandosi dalla sedia. Lui, sedendosi: - “Meno male, ero così stanco.”

Il cameriere a una signora col bicchiere vuoto: - “Altro vino, signora?” - “No, no, grazie. Sa, dopo un po’ mi fa male alle gambe.” - “Come mai? Gliele gonfia?” - “No, me le allarga.”

Due ragazze si raccontano i propri sogni: - “Stanotte ti ho sognata: eri tutta marrone, poi ho tirato l’acqua e sei scomparsa.” - “Anch’io ti ho sognata: eravamo due statue, una di cioccolato e una di cacca.” - “Ma quella di cacca eri tu, scommetto!” - “Esatto, ma per mia fortuna ci leccavamo.”

- “Cara, i soldi che erano nel cassetto?” - “Investiti.” - “Sono una o due parole?”

Una donna guardandosi allo specchio comincia a lamentarsi del suo seno troppo piccolo. Il marito le dice di prendere un po’ di carta igienica e strofinarsela in mezzo ai due seni una volta al giorno per almeno 10 anni, così il seno crescerà. La donna un po’ titubante decide comunque di provarci essendo ormai disposta a tutto. Qualche giorno dopo chiede al marito: - “Ma sei sicuro che il tuo metodo funzioni?” - “Certo cara, se ha funzionato col culo.”

Qual è la differenza tra una donna e un’auto? Quando ti fottono l’auto te ne accorgi.

Una coppia di quarantenni allo zoo si aggira presso le varie gabbie. Arrivati a quella delle scimmie lei si rivolge al marito e gli dice con aria di sbeffeggio: - “Caro, adesso ti dimostro che l’uomo deriva dalla scimmia.” Si guarda attorno, non essendoci nessuno apre la camicetta e fa uscire un seno. La scimmia comincia ad agitarsi e scrollare le sbarre, lei tira fuori l’altro seno e la scimmia si agita ancora di più, poi alza la gonna e si sfila gli slip. La scimmia si aggrappa alle sbarre, le stacca, prende in spalla la donna e comincia a correre. Lei strilla: - “Aiuto! Aiuto! Caro!” - “Adesso digli tu alla scimmia: ho mal di testa, sono stanca, ho le gambe gonfie, è tutto il giorno che stiro.”

Adamo va dal Signore: - “Signore, perché hai fatto Eva così bella?” - “Perché tu potessi amarla, figliolo.” - “E allora perché l’hai fatta così stupida?” - “Perché lei potesse amare te.”

Le donne non trasformano gli uomini in cretini, la maggior parte di loro si dedica al fai da te.

Una donna entra in camera da letto e togliendosi i vestiti dice al marito: - “Fammi sentire una vera donna!” Allora anche lui si toglie i vestiti e li butta sul letto: - “Stirali!”

- “Papà, qual è la differenza tra teoria e realtà?” - “Semplice, vai da tua madre e chiedile se andrebbe a letto con Marlon Brando per un milione di Euro. Poi vai da tua sorella e chiedile se si farebbe scopare da Brad Pitt per un milione di Euro, poi torna qui e te lo spiego.” Il bambino va dalla mamma: - “Non lo dire a tuo padre, ma credo proprio di sì.” Poi va dalla sorella: - “Lo farei senza pensarci due volte.” Poi torna dal padre: - “Sai papà? Credo di aver capito. In teoria siamo più ricchi di due milioni di Euro, in pratica abitiamo con due puttane.”

La donna nello spazio: - “Houston, abbiamo un problema!” - “Che problema?” - “No, nulla…” - “Dillo!” - “Fa niente…” - “Dai, dimmi!” - “No dai, non è niente.”